Nel 1933, Alfred Dubuisson, il fabbricante di birra dell’epoca, nonno di Hugues Dubuisson (il padrone e produttore della birra oggi), creò una birra che si avvicina al gusto inglese. Le diede il nome inglese di Bush beer, traduzione inglese di birra del cespuglio, ed il nome all’industria della birra Dubuisson, situata a Pipaix in Belgio.

Prodotta in occasione del 65° anniversario della Bush Ambrée lanciata da suo nonno, Hugues Dubuisson creò la Bush Blonde, ad alta fermentazione, filtrata, L’uso di malti tradizionali associato all’impiego esclusivo del luppolo di Saaz le conferiscono l’aspetto chiaro cangiante e una tavolozza armonica di sapori sottili e di aromi tipici e al contempo equilibrati. Una fermentazione prolungata le conferisce non solo un tasso alcolico del 10,5% ma anche una digeribilità eccezionale. Aromi di malto, fruttati e speziati, con delle note di cereali, mele ed agrumi e con dei tocchi che rievocano il lievito ed i chiodi di garofano. In bocca ritroviamo dei sapori maltati e molto fruttati. L’influenza del lievito sul gusto, è ben percepibile e richiama i chiodi di garofano. Finale amaro e molto leggero.

Birra ambrata rifermentata in bottiglia. Sentori olfattivi leggermente orientati sui frutti e sull’ alcool (dominante). Sentori gustativi anch’ essi orientati sulla frutta dolce e sulle spezie. Leggermente frizzante e molto corposa. Molto apprezzata dagli amanti dell’alto grado alcolico.